DISPONIBILITA' : SU RICHIESTA

A dodici anni dall’esperienza teatrale con Paolo Rossi in "Chiamatemi Kowalski – Il ritorno", Syria torna a teatro con due progetti: "Bellissime", viaggio acustico attraverso le eccellenze al femminile della musica italiana fino agli anni 80, e  "Perchè non canti più", nuovo concerto-spettacolo in cui l'artista romana racconterà la storia e la musica della grande Gabriella Ferri, da sempre tra i suoi punti di riferimento.



BIOGRAFIA


Cecilia “Syria” Cipressi nasce a Roma nel 1977. Cresciuta in una famiglia dove la musica è di casa, subito dopo il liceo incontra Claudio Mattone che, conquistato dalla sua freschezza e dal suo talento, la convince a tentare l’avventura di Sanremo Giovani diventando, di fatto, il suo primo produttore. É il 1995 e la carriera di Syria inizia nel migliore dei modi con la vittoria a “Sanremo Giovani” con la cover di “Sei bellissima” di Loredana Bertè, e l’anno successivo torna nella categoria giovani dove si classificherà al primo posto con il brano “Non ci sto” che darà il titolo anche al suo primo album, firmato dallo stesso Claudio Mattone. Nel 1997 pubblica il secondo album intitolato “L’angelo”, che in breve tempo si aggiudica il disco d’oro. Nello stesso anno, Syria vince come artista rivelazione dell’anno- insieme a Carmen Consoli – il Telegatto di “Vota la voce”. Nel 2000 vede la luce “Come una goccia d’acqua”, album prodotto da Biagio Antonacci. 
Il primo singolo “Se t’amo o no” imperversa sulle radio ed è uno dei più suonati dell’estate 2000.

Nel 2002 esce “Le mie favole”, album ricco di collaborazioni tra le quali quelle con Max Pezzali, Jovanotti e Gianna Nannini. Il 2005 vede la pubblicazione di “Non è un peccato”, con undici brani scritti per Syria da diversi artisti tra i quali Tiziano Ferro, Jovanotti, Mario Venuti, Giorgia e Le Vibrazioni. Artista versatile, Syria vanta anche una carriera da attrice; è protagonista dello spettacolo teatrale “Jovinelli varietà” scritto da Serena Dandini, mentre nel 2006 collabora con Paolo Rossi in “Chiamatemi Kowalski, il ritorno”. Lo stesso anno la vediamo anche al cinema in un cameo per “Manuale d’amore 2 – Capitoli successivi”, di Giovanni Veronesi.

Sul fronte musicale, Syria si avvicina con successo alla scena indie, e pubblica “Un’altra me”, un album contenente brani editi di gruppi della scena indipendente italiana come Perturbazione, Marta sui Tubi, Non voglio che Clara e Mambassa. Successivamente dà vita ad un progetto elettrodance, per il quale adotta lo pseudonimo Airys.

Nel 2011 torna alle sonorità pop con l’album “Scrivere al futuro”, e l’anno seguente duetta con il rapper Ghemon nel singolo “Come non detto”.

Nel 2014 esce “Odiare”, album ricco di collaborazioni e artisti che partecipano al progetto, tra i quali Max Pezzali, Andrea Mariano (Negramaro), Stefano Fontana (aka Stylophonic), Big Fish, Andrea Nardinocchi, Two Fingerz, Power Francers, Emiliano Pepe. Nel 2015 festeggia al Teatro Grande di Brescia i suoi vent’anni di carriera accompagnata da molti artisti e da un’orchestra straordinaria. Nel maggio e giugno 2016 arriva in TV come giudice del programma musicale “Top DJ” targato Italia 1.

Nel 2017, esce, con Universal Music Group il suo nuovo album 10 + 10 che raccoglie il concerto al Teatro Grande di Brescia più 4 inediti, Se Sapessi scritto da Giuliano Sangiorgi, Lontana da te de Il Cile, Acqua e alloro di Colapesce, e una cover del gruppo Flight Facilities dal titolo Islanda con il testo di Dario Moroldo. Il quinto inedito dell'album è una cover di Io Te Francesca e Davide cantata nel 1997 da Ambra Angiolini, scritta insieme a Riccardo Sinigallia e riproposta in una nuova veste con la stessa Ambra e Syria.

Leggi Ancora